Cucinare con il peperoncino

peperoncini_800x533Uno dei più bei colori dell’estate nel sud Italia è il profondo rosso dei peperoncini, legati insieme e stesi ad asciugare, soprattutto in Calabria. Questa regione, situata sulla punta dello stivale d’Italia, è il principale produttore e consumatore di peperoncino

La pianta di peperoncino appartiene al genere Capsicum e ci sono 85 le varietà di questa specie di peperoncino piccante che in Italia va sotto il nome generico di peperoncino, un ingrediente che dà sapore alla cucina di tutto il mondo. I diversi tipi di peperoncino possono essere distinti in base al loro livello di dolcezza. Sulla scala Scoville, che misura la “piccantezza”, iil peperoncino sta nel mezzo. La piccantezza e lo speziato del peperoncino proviene dalla capsaicina, una sostanza presente in diverse quantità. Ci sono diverse varietà di peperoncini coltivate in Calabria; varietà, come il pepe di Caienna, il Naso di cane, o “il naso”, la Ciliegia, Amando e Sigarette. Nel sud Italia, questi piccoli peperoni rossi sono spesso chiamati Diavoletti; nelle regioni di Calabria e Molise prendono il nome di diavulillu; in Basilicata, invece, diavulicchiu.

In genere, tutti i peperoncini contengono una sostanza naturale che produce una sensazione di bruciore in bocca che può causare lacrimazione degli occhi, un naso che cola e la sudorazione. Tutto questo è un vantaggio nei climi caldi dove il sudore aiuta a raffreddare il corpo. Il peperoncino non ha sapore o odore, ma agisce direttamente sui recettori del dolore in bocca, gola e occhi.

I peperoncini sono entrati nella cultura alimentare già nel 4000 aC in America Centrale; ma è stato solo all’arrivo degli spagnoli a metà del 16 ° secolo che l’abitudine è stata introdotta per il resto del mondo. Molto rapidamente, le rotte commerciali hanno distribuito il peperoncino in Europa, Africa, India, Medio Oriente e Asia. Nelle Americhe, ha avuto un grande valore come strumento di baratto nei mercati delle spezie.

PEPERONCINI ROSSI SECCHI

Peperoncini in olio di oliva

Oggi, questa spezia sembra essere in aumento di popolarità in tutto il mondo. Nel nord Italia, dove il peperoncino era praticamente sconosciuto solo un paio di generazioni fa, è ora sempre più apprezzato e incorporato nella cucina italiana. Gli amanti del cibo piccante lo aggiungono a praticamente tutto – pesce, sughi di verdure, minestre, stufati, pizza, così come i piatti a base di uova. Come regola generale, il peperoncino non è raccomandato per preparazioni delicate e cremose, ma è più adatto per salse robuste e ricette. Nel sud Italia, il peperoncino è spesso aggiunto direttamente a salumi e formaggi. Inoltre, i peperoncini possono essere conservati in olio per produrre un saporito, olio piccante con cui poter condire ogni tipo di piatto.

Alcuni dei piatti della tradizione italiana usati con questi piccoli diavoli di fuoco sono:

  • Ciambotta – Con spezzatino di melanzane, peperoni, patate, cipolle e pomodori
  • Fusilli alla Calabrese con Braciole di Maiale – Pasta fatta in casa arrotolata intorno ad un ferro da calza
  • Capocollo – spalla di maiale, marinato nel vino o aceto, affumicato e talvolta aromatizzato al peperoncino
  • Nduja calabrese
  • Soppressata, salame stagionato – può includere peperoncino
  • Gelato al cioccolato con peperoncino
  • Spaghetti aglio e olio
acquista semi peperoncino online