Mimosa

mimosa

  • Specie: Acacia
  • Cultivar: Acacia Dealbata
  • Origine: Australia
  • Piccantezza:

La mimosa comune, il cui nome scientifico è Acacia dealbata, ha foglie minute e leggiadre di colore quasi argenteo e bipennate; è sempreverde, vigorosa e di rapida crescita; in condizioni ambientali favorevoli assume sviluppo arboreo e può raggiungere i 10 metri di altezza.

Questa pianta fiorisce da febbraio ad aprile a seconda delle condizioni climatiche.

E’ una pianta sicuramente molto ornamentale per il bel fogliame e per i numerosissimi capolini gialli che coprono la vegetazione.

La terra d’origine della mimosa è la lontana Australia ma anche nel nostro Paese può crescere e svilupparsi senza particolari problemi.

Le foglie sono composte da più foglioline perpendicolari alla nervatura centrale della pianta.

Esistono varietà della mimosa che hanno la caratteristica di non presentare le foglie classiche di questa specie botanica, ma di avere foglie differenti, simili a rametti appiattiti, chiamati filladi.

L’inflorescenza della mimosa è composta da un insieme di capolini globosi da cui si protendono alcuni stami.

Un fascino molto particolare di questa pianta è dato dal fatto che produce un notevole numero di fiori.

La fase di germinazione dura circa 30 giorni in funzione anche della temperatura, si può seminare in tutte le stagioni ma durante l’inverno è meglio farlo in un ambiente riparato dal freddo, in casa o in una serra.

Quando la piantina raggiunge i 15-20 cm circa va rinvasata o trapiantata in piena terra.

Si può coltivare cioè sia in vaso che in piena terra, nel primo caso le dimensioni rimarranno contenute e proporzionate alla grandezza del vaso.

In piena terra invece diventerà nel giro di pochi anni un vero e proprio albero come quello che è visibile dietro le piantine nell’immagine in alto a sinistra.