Come preparare il terreno per la semina del peperoncino

peperonciniIl peperoncino è una pianta perenne, appartenente alla famiglia delle Solanaceae, di cui fanno parte anche altre piante molto comuni, come ad esempio la patata, il pomodoro e la melanzana; il suo impiego in cucina è molto frequente poichè regala ai cibi quel gusto particolare e piccante, di cui molti non possono davvero fare a meno. Senza contare che il suo utilizzo vanta innumerevoli proprietà per la salute!

Detto ciò, la pianta del peperoncino è molto bella da vedere ed oltre tutto abbastanza facile da coltivare; per questo motivo sono in molti ad averla in giardino o anche sul terrazzo di casa. In questo modo si unisce l’utile al dilettevole: nel momento in cui serve un po’ di peperoncino in cucina è subito lì a disposizione e nel frattempo quei bei frutti rossi con il verde delle foglie ravvivano l’ambiente!

In generale si tratta di piante facili da coltivare, che producono una buona quantità di frutti, senza grandi sforzi. Vediamo allora di darvi qualche consiglio a riguardo, specie per quanto concerne il tipo di terreno più consono da utilizzare, così anche voi d’ora in poi potrete disporre come meglio credete delle vostre piante di peperoncino!

La qualità e la composizione del terreno sono importantissime soprattutto nel momento in cui la pianta inizia a crescere e di conseguenza ad assimilare le sostanze nutritive contenute nel terreno; un terriccio con la composizione sbagliata potrebbe compromettere lo sviluppo dell’apparato radicale nelle fasi iniziali della vita delle nostre piantine di peperoncino e queste difficilmente riusciranno poi a diventare forti e vigorose.

Al momento della semina bisogna dunque prestare molta attenzione, non tanto alla composizione del terreno (che comunque può avere anch’essa un’influenza più o meno benefica sullo sviluppo delle nostre piante), ma soprattutto alla sua consistenza e conformazione, che deve non ostacolare la crescita dell’apparato radicale.

Per la crescita del peperoncino è consigliabile predilige terreni friabili, leggeri poco acidi, ben drenanti e non eccessivamente ricchi di sostanze organiche; assolutamente da evitare composti argillosi, moderare la quantità di torba ed assicurarsi che il terreno sia finemente sminuzzato, eliminando le zolle più grossolane ed eventuali aggregati.

Per queste ragioni è sconsigliabile usare la classica terra dell’orto, in quanto risulta eccessivamente sabbiosa o peggio ancora argillosa e si rischierebbe che dopo la prima innaffiatura questa tenda a compattarsi ostacolando la crescita delle radici. Se avete deciso di piantare i peperoncini in giardino, il consiglio è quello di allestirgli un’area apposita, dove innanzitutto dare una bella pulita e preparare il terreno magari servendosi di un decespugliatore e poi acquistare un po’ di terriccio specifico per la semina; meglio evitare il classico sacco di “terriccio universale”, che vendono anche al supermercato!

Detto ciò, se si desiderasse seminare in piena terra, il clima più adatto per la germinazione sarebbe quello che va da aprile-maggio al centro sud e da maggio-giugno al nord, ma seminando in questa stagione difficilmente si riuscirebbe ad avere qualche peperoncino prima dell’autunno. L’ideale è dunque anticipare la semina ai primi tre mesi dell’anno e inizialmente utilizzare un semenzaio, posizionato in un ambiente a clima ed illuminazione controllati, prestando attenzione a tenere la terra sempre umida e 25-30°C; in questo modo si può poi trapiantare nel terreno, precedentemente preparato e pulito, delle piantine di 20-30 cm di altezza nel momento in cui arrivano i primi caldi.

Rispetto alla concimazione è necessario far attenzione a non esagerare con i concimi a base d’azoto, poiché questi fanno crescere rigogliosa la vegetazione, ma non frutti; l’ideale è acquistare quelli a base di solfato di potassio.

Attenzione: la pianta di peperoncino necessita della massima esposizione al sole possibile, per cui tenetelo a mente nel momento in cui decidete dove piantarla in giardino o dove posizionare i vasi sul terrazzo!

Poi, come sempre, soprattutto quando si parla di giardinaggio, la cura, l’amore e la passione per le piante faranno il resto e vi permetteranno di raccogliere i vostri peperoncini e godere della loro vista!